domenica 27 settembre 2009

2:15:51 ma non è stata una prestazione da Keniota!

Un post veloce e abbastanza a caldo per raccontare la mia maratona oggi.
Mi sono fermato dopo 32km spaccati ... subito alla fine del 3° dei 4 giri.
Ero in linea con l'obiettivo 4:15 a km circa ma non riuscivo a spingere più con le gambe perchè i polpacci (che dal 21° km davano segni di crampi ...) erano completamente fatti dai continui su e giù del percorso che non presentava salite pazzesche ma non era mai piano. Alcuni tratti (2,5km) con discese del 2-3% e tratti (di 5km) con salite del 1,5% circa: tratti veramente pianeggianti pochissimi.
Probabilmente stringendo i denti un 3 e 02 alto l'avrei portato a casa molto disfatto ma non aveva senso. Meglio considerare i 32km un allenamento e programmarne un'altra veramente piana per smascherare il mio vero valore.
A poche ore dalla fine mi sento talmente riposato da aver dubbi anche sulla tenuta mentale ... o meglio l'idea che il percorso fosse poco agevole mi era balenata già ieri sera passeggiando per la città. Devo dire che l'impegno cardio intorno al 90%, seppur più basso di Alessandria 2008, indica che non mi sono risparmiato eccessivamente anche se arrivare 2 o 3 % sopra è necessario.

Ora che fare ... troppo difficile a poche di distanza.
Marengo tra 3 settimane è una tentazione forte se avrò, come credo, recuperato bene. Con questa scelta sfrutterei l'allenamento di oggi, il tracciato favorevole e l'esperienza 2009.
Milano - Pavia o Firenze tra 7 e 8 settimane una opzione affascinante ma con impegni già pianificati e difficilmente spostabili
Reggio Emilia fra 11 settimane una scelta di lungo periodo.

Analizzerò alcuni dati e poi a freddo prenderò una decisione.

24 commenti:

Davide ha detto...

Complimenti per l'ottimo allenamento e per la "freddezza" con cui riesci ad analizzare la prestazione.
Rimaniamo in attesa di conoscere dove tenterai il sub 3 ore.

Lucky73 ha detto...

Un ottimo test e una decisione non facile da prendere. Nella mia inesperienza penso tu abbia fatto la scelta giusta!

Ora diventa molto importante fissare la maratona giusta! La Milano-Pavia potrebbe essere ottima, ma non ho visto il percorso....

Certo giocheresti in casa....

Furio ha detto...

Milano è 11 Aprile, io l'ho già in agenda; quest'anno non si corre.
COme ti ho detto sul cellulare, hai fatto strabene.. se pensi di riuscire a correrne un'altra ;-)

Pimpe ha detto...

anche questa scelta di fermarsi dimostra la tua maturita' di corridore.. adesso scegli quella dove pensi di far meglio.. mio consiglio ? la piu' piatta possibile ! ;-)

daniele ,run for me ha detto...

marengo io la correrò e te la consiglio ,poiche è tutta piatta .
però fai un scelta acurata .

Micio1970 ha detto...

@Davide e Pimpe: stasera direi Alessandria 18 Ottobre senza dubbio piatta piatta che più piatta è quasi impossibile

@Lucky: credo di aver preso la decisione migliore ma il tempo sarà giudice.

@Furio Milano-Pavia è il 15 Novembre e sarà anche Maratona quest'anno

GIAN CARLO ha detto...

Stefano, ci fossero stati 10 gradi di meno la frequenza l'avresti trovata all'88%... se poi fosse stata tutta facile anche vicina all'85% senza crampi e nessuno stress.
La prestazione odierna se la leggi con attenzione ti fortifica... a Firenze.. massacri il muro.
Come dici ?... gli impegni: consentimi l'espressione "aulica"...gli impegni: A PUTTANE !!! (che poi in questi periodi ci son politici che prendono il consiglio alla lettera !)!

GIAN CARLO ha detto...

@Furio, corriamo insieme a Firenze e l'11 aprile partiamo in contemporanea io a parigi e tu a Milano !

Micio1970 ha detto...

@Daniele: la Marengo la conosco perchè la corsi l'anno scorso ... e probabilmente ci vedremo ...

Micio1970 ha detto...

@Giancarlo: spero e credo tu abbia ragione anche se Firenze è una data critica: vedremo cosa riuscirò a fare la voglia di esserci è massima ma non basta

Cristian ha detto...

Tieni presente che avresti dovuto correre altri 10,195 km a quel ritmo, e se i crampettini cominciavano a farsi sentire, hai fatto bennissimo a fermarti per usarlo come allenamento... se poi il tracciato non era favorevole, al 37° saresti andato probabilmente in crisi credo. Credimi, hai fatto bene.

Anonimo ha detto...

va bene così... se avessi continuato mi avresti fatto toppare il pronostico, rovinandomi la reputazione!
luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

io avrei concluso la maratona perchè mi rifiuto di pensare che il tempo finale sia la sola ragione per cui corriamo. Comunque una proiezione di 3h02' finale era ottima ed eventualmente avresti potuto migliorare alla prossima occasione. Ora dovrai cercare di ottenere il tempo sperato a Marengo (non il massimo della vita come maratona)senza la certezza di riuscirci.
Scusa ma io penso che ritirarsi solo perchè non si sta ottenendo il risultato cronometrico sperato (nel tuo caso qualche minuto in meno) non sia il massimo.
Ciao
Miki

MauroB2R ha detto...

Mi è spiaciuto che l'imbocca al lupo in facebook non sia servito...ma amen!! Grande allenamento e vedrai che la prossima volta riuscirai a centrare l'obiettivo.
Dai vieni a Firenzeeeeeeeeee!!!

Micio1970 ha detto...

@Cristian: credo di avere fatto la cosa corretta

@Luciano: in effetti l'ho fatto per non farti saltare il pronostico ...

@Miki: puoi avre ragione ... però tieni conto che finirla "strisciando" con il rischio di farsi del male a mio modo di vedere non sarebbe stato saggio. L'ho fatto alla prima Maratona perchè era quello lo scopo. Ieri non c'erano le condizioni per ottimizzare la prestazione e essere partito ad un ritmo che con quell'accoppiata altimetria-caldo non era gestibile mi avrebbe esposto a rischi che proprio perchè amo correre oltre le gare non voglio correre

Micio1970 ha detto...

@Mauro: ci verrei con il cuore ... ma il problema che ho altri impegni in quel week e la corsa è un divertimento per me ma non può diventare troppo ingombrante per altri ...

Paolo ha detto...

Con il tuo obiettivo in mente, penso tu abbia fatto bene a rinunciare cercando di preservare il fisico per un ulteriore tentativo. Io ho fiducia in Micio sotto le 3 ore, presto.

Anonimo ha detto...

miki:
io invece sono con micio al 100%. l'aveva già preventivata la possibilità che questo sarebbe stato solo un lungo.
non vedo perchè si debba per forza sempre arrivare, a me non piace l'ideologia dell'"a qualunque costo".
spesso ci vuole perfino più forza di volontà a rinunciare che non a continuare.
luciano er califfo.

Micio1970 ha detto...

@Miki e Luciano:
avevo già preventivato la possibilità che Bergamo fosse un lungo perchè temevo il caldo.
Ho commesso un errore strategico sottovalutando l'altimetria che era improponibile per le mie possibilità ora. I pesanti rallentamenti (anche 5-10'' a km) dei primi nel 4° giro (vedo da classifica) evidenziano che probabilmente o il caldo o l'altimetria abbiano fatto altre vittime.

Arrivare "comunque" non è nella mia filosofia. Sacrificare la corsa (che per me non è solo gara anzi è gara non più di 4 volte all'anno) magari infortunandomi non mi va.

Ritirarmi significa comunque:
- gestire qualche dubbio che può nascere al proprio interno
- rinunciare al PB che francamente avrei fatto concludendo a ritmi di fondo lento la gara (e ne sarei stato in grado)
- rinunciare al 3° posto di categoria (bastava 3 05) con il piccolo premio

Ma avrei rinunciato per mesi al gusto della sfida e mi sarei crogiolato nell'errore strategico di scelta della Maratona.

Uscendo dopo 32 km ... domani andrò a correre e potrò giocarmi le chance (probabilmente) ad Alessandria consapevole che la concluderò comunque (salvo infortuni) e che se realizzerò 3h 10min quello sarà il mio valore oggi e cercherò di capire gli errori della preparazione.

Rispetto comunque la tua opinione Miki anzi mi piace che tu l'abbia scritta: grazie!

franchino ha detto...

Secondo me hai fatto bene a fermarti, sono in piena sintonia col pensiero di luciano. Ci vediamo alla Marengo?

Micio1970 ha detto...

@franchino: farai la mezza o la mara?

franchino ha detto...

Mezza Micio, poi non so se più avanti tentare una 30 km a ritmo maratona... Vedremo.

rob ha detto...

Sono stato testimone oculare dei primi ventuno chilometri di gara di Stefano. Ventuno chilometri percorsi in totale scioltezza o quasi. Al ventesimo chilometro (ultimo per me, mezzomaratoneta di giornata), era assolutamente in spinta, tanto che non riuscivo a raggiungerlo.

Fermarsi, caro Stefano, è stato un atto coraggiosissimo e saggio. Io non ho mai avuto questo coraggio e questa saggezza: t'ammiro. Hai nelle gambe un tempo di molto inferiore le 3 ore e lo sai. Arriverà.

CIAO!

Micio1970 ha detto...

@Rob: correre insieme per un po' di km è stato un piacere ... il fatto che mi sentissi bene e corressi bene è vero perchè me lo sono sentito. Dal 24/25km però l'affaticamento muscolare si è fatto sentire e soprattutto nelle salite non riuscivo a spingere bene se non rischiando crampi di cui ho avuto avvisaglie.

Il fatto di poter aspirare ad un tempo sotto le 3 ore ne sono convinto (non certo) ma sul tanto non credo altrimenti ci sarei riuscito anche Domenica per onoestà intellettuale. Se valessi 2H 56 domenica avrei fatto 2h 59 59.

Grazie dell'intervento ... e soprattutto del saluto!