giovedì 4 dicembre 2008

Sul Garmin ... e sulla sua precisione. Parte 1

L'argomento è uno di quelli che mi sta a cuore fin dal giorno (ormai quasi un anno fa) in cui ho acquistato il Garmin 305. L'effettiva precisione dell'oggetto per noi runner.


Sull'argomento si sono spesi molti commenti, in particolare alcuni negativi (vero Luciano er Califfo?) che sottolineano la pericolosità dell'strumento in presenza di un errore reale del 1,5% (in effetti non sarebbe poco ... parliamo di 4 sec a km per andature attorno al 4'30''). Ed in effetti se fosse così sarebbe verissimo.


Le mie due uniche esperienze di uso in gara sono state molto antitetiche.


Marengo Marathon: misurato 42,290 metri. 95 metri in più (0,2%) compatibile con traietorie non ottimali e un po' di zig-zag in partenza.


Milano Marathon: misurato 42,870 metri. 675 metri in più (1,6%) . Facendo un censimento dei molti garmin presenti mi risultano misurazioni tutte tra 42,650 e 43,100 cioè con differenze significative. Il mio errore tra l'altro si è concentrato praticamente tutto nei primi 10km: sono infatti transitato ai 10km con il garmin che me ne rilevava 10,5km.


Le mie esperienze in allenamento di comparazione con il pedometro di google (ci possiamo fidare di questo? io direi di sì ...) erano positive: misurazioni quasi identiche.


Ho voluto comunque fare una verifica più scientifica (perchè non la fate anche voi?) e ho confrontato il mio giro standard su cui corro di mattina misurandolo più volte con il pedometro di google (modalità per runner) con alcune misurazioni con il Garmin fatte con scrupolosa attenzione (mi fermavo ogni giro nella stessa posizione per rilevare i passaggi).


Il cicuito misurato con il pedometro di google è questo http://www.gmap-pedometer.com/?r=2419766 . La misurazione media è di 4,3366 km che differisce dalle altre solo nella 3° cifra (3 o 4 metri).


Ho effettuato più giri (8 rilevazioni) sul circuito in differenti giornate con climi e orari differenti. Le misurazioni sono state tutte nella forchetta tra 4,315 km e e 4,3360 km con una media di 4,326 km, con una differenza di 10 metri su 4,3 km tra l'altro a favore del Garmin (errore dello 0,23%).


In aggiunta ho raccolto alcune analisi in rete sulla precisione del garmin e sulle problematiche degli utilizzi in differenti contesti (città, campagna, boschi, montagna).


L'unica spiegazione che mi ha francamente convinto e che è compatibile con il differente comportamento di uno stesso garmin (il mio) in rilevazioni apparentemente simili è quella comparsa in una mail di Enea Berardi all'interno della lista dei DRS e che cito testualmente:

" l'errore pare essenzialmente dovuto alla presenza di edifici alti: l'eco induce un errore segnalato dalla presenza di spezzate tipiche (il runner pare entrare dentro un negozio attraversando i muri come un fantasma)."


Questo spiegherebbe molte cose:


  • il mio errore a Milano è concentrato nei primi 10 km ... proprio quelli più cittadini dove si attraversavano vie con edifici alti.

  • Se vedo il tracciato del garmin della mia maratona di Milano su google-earth è in effetti molto impreciso con zig-zag e traiettorie che non ho fatto salvo aver avuto un attacco di Alzheimer nei primi 10 km ...

  • Ad Alessandria la maratona è stata tutta in campagna e guarda a caso il garmin si è rilevato precissimo.

  • Nelle mie rilevazioni garmin vs pedometro google ho sempre (anche il mio giro di 4,33 km) considerato tracciati prevalentemete periferici e comunque con vie senza edifici alti

Quindi la mia conclusione ... almeno per ora è : il Garmin è preciso salvo alcuni contesti ... e la città è uno di questi!


E voi che ne pensate? E i fiorentini cosa hanno rilevato sui loro Garmin?



30 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

La mia esperienza:
Biscotto alle terme di Caracalla misurato con rotella metrica 1212 metri.
Ho effettuato oltre 100 giri con il garmi in + allenamenti. Frequentemente mi è capitato di passare ai 10 km esattamente con il beep del garmin, ma al massimo lo scarto è stato di 20 metri 0,2%.
Il giro classico di Villa pamphili da 5km l'ho misurato N volte dai 4970 ai 5000 spaccati, mai di +.
Poi però anche io ho notato talvolta qualcosa di strano. Alla mezza a Berlino al nono km (garmin)sono perfetto sul cartello
poi chiudo la mezza in 21.280 quindi 185 metri in + sbagliati solo in 12km quindi(1.5%). Qui poi gruppo sgranato e traiettorie ideali.
Vero è che al nono km si cominciava a passare fra qualche edificio molto alto.
Poi però anche per me alcune stranezze

albertozan ha detto...

Utilissimo il post! Per quanto mi riguarda non posso fare altro che quotare la tua conclusione...! Per me non è pericoloso ..;-)

MauroB2R ha detto...

Uso il 305 da un paio di mesetti e sono molto soddisfatto, certo non mi interessa avere la precisione assoluta....il passaggio tra rs200sd e 305 è stato molto positivo.

Andrea ha detto...

E' esattamente come dici: domenica ho corso a Firenze e il Garmin 205 mi ha segnato 42,892 km, 1,65% di errore, troppo anche per me che corro a 5'20", in centro tra vie strette e palazzi alti perdeva a volte il segnale. L'ho usato altre 2 volte in gara: Mezza di Ravenna (quasi tutta in centro città ma palazzi meno alti che a Firenze) 21,291 0,9% d'errore; Mezza di Cotignola (tutta campagna) 21,170 0,3%. In definitiva in gare cittadine è poco affidabile, 4"/5" al km di scarto sono troppi, in spazi aperti è ottimo.

antherun ha detto...

Ciao Micio, io come sai sono in attesa...appena riceverò il 205 farò delle prove, anche se ho la fortuna di allenarmi in spazi aperti quindi non dovrei avere grossi problemi...

innolandpuntoit ha detto...

Ho usato il garmin in città poche volte. Il problema che ho riscontrato (e non solo io) è la presa dei satelliti. Infatti lo accendo molto prima. Se poi rientro in città ed ho i satelliti non ho avuto problemi di imprecisione.

Guardiamo i lati positivi ... anzi ... il lato positivo ... vivo in campagna ... che è meglio :)

Karim ha detto...

Io uso il Polar RS200 con il footpod. A firenze alla fine della maratona mi indicava 44 chilometri, praticamente un errore del 4%. E' da un pó di tempo che medito di passare al Garmin, 305 o 405... Il mio compleanno è passato e mia moglie non me l'ha regalato, aspetto con fiducia Natale.

Pier ha detto...

Dico anch'io la mia: la tua analisi Micio è perfetta e corrisponde in toto alle mie rilevazioni.
Ti faccio 2 esempi tanto per sintetizzare:
1) gara cittadina di 6 km con passaggi sotto portici e vicino ad edifici abbastanza alti: errore di circa 100 metri in eccesso rispetto alla misurazione con google; quindi siamo circa all'1,5 % di cui si parlava.
2) percorso di 18,65 km in campagna ma tutto su asfalto (quindi percorso libero da ogni ostacolo che possa influenzare la rilevazione)accuratamente misurato più volte con rotella metrica da un maratoneta mio amico che si allena lì per i lunghi pre-maratona. Misurazione del garmin (fatta almeno 10 volte) sempre tra 18,60 e 18,65 km. Quindi precisissimo.
Conclusione: sono soddisfattissimo dello strumento e lo consiglio vivamente, non tanto da utilizzare in gara (lo guardo ogni 5 km per vedere se sono in linea col passo prefissato), quanto per verificare a posteriori i miglioramenti conseguiti negli allenamenti e per pianificare a tavolino allenamenti di qualità tipo progressivi, farlek e medi (utilizzando la comodissima funzione allenamenti sul training center).

MauroB2R ha detto...

@Karim
Guarda il 305 l'ho comrpato a settembre, volevo farmelo regalare a Natale ma non ho resistito.
Anche perchè mi è stato molto utile negli allenamenti pre maratona.
Secondo me sono stati i soldi spesi meglio degli ultimi anni..

Michele ha detto...

Cavoli sei un precisino :)
Si il garmin con i palazzi non va d'accordo, bisogna tenerlo come riferimento "imperfetto "

Alvin ha detto...

Bella micio
A firenze 42900m fermandolo 5-10 metri dopo l'arrivo... concordo in pieno sugli errori, i palazzi alti danno problemi..se corri in pineta poi...è da panico...cmq anche per me, soldi spesi benissimo...vuoi mettere far le ripetute e variazioni di ritmo su percorsi non misurati? spettacolo..per gli errori..secondo me son piccolezze trascurabili finchè corro per divertirmi

guernaluigi ha detto...

Io ho il polar RS800 ma è la stessa cosa del garmim ...l'ho provato in pista e sballava di poco però ho visto che nei boschi perde il segnale e dove ci sono i campi magnetici sballa...ho dedotto che la cosa migliore è la rotella metrica...

Ezio ha detto...

A firenze ha segnato 43.150 metri...ma dove erano i palazzi alti?

Danirunner ha detto...

Lo stesso problema si ha in montagna se ci si trova a fianco di una parete alta ma in campo aperto è quasi perfetto. L'ho provato una volta il Garmin 205 con riferimento su di una strada completamente dritta e misurata con rotella metrica e i beep arriavavano quasi precisi ogni 500m (+1 -1)

Nick.12 ha detto...

Noi abbiamo le montagne (alte) e anche qui alcune volte abbiamo delle difficoltà sulle misurazioni.
Ho provato anche altri orologi con il gps (Suunto) e direi che l'esperienza è stata pessima.
Il Garmin per mè funziona molto bene, naturalmente i satelliti ogni tanto creano dei problemi, ma la piccola percentuale di errore può esserci.
Ciao Nick

Giulyrun ha detto...

Carpi 2008 con il Garmin 405 mi ha segnato ed anche qui ho due dati. 42,48 e 42,39, ti domanderai perchè due dati? I dati scaricati su SportTracks nel SOMMARIO mette 42,48 mentre se visualizzo INTERVALLI mi da 42,39 che sono gli stessi che scarica sul Garmin Training Center. Probabilmente il primo dato è quello che rileva lo strumento al polso mentra il secondo è il ricalcolo che fanno i due programmi (Garmin Training Center e SportTarcks) in base alle coordinate registrate. Volevi certezze ed io per sicurezza di ho dato due dati della stessa cosa e un dubbio in più. "L'incertezza della misura"

Stefano Grandi ha detto...

Il garmin 305 lo uso per avere delle indicazioni approssimative del passo ,solo quando faccio dei lenti,c.l.s,medi e progressivi.So benissimo che non sono veritieri,purtroppo,e a questi ritmi di allenamento,anche se si sballa di qualche secondo ha poca importanza.Sulle ripetute bisogna lavorare su tratti segnati o in pista.Nelle gare ,d'ora in poi,lo uso solo come cronometro.
Ancora deve uscire un gps valido.
Il footpod della polar ,se calibrato bene e solo per una scarpa,a mio parere e' molto piu' preciso del garmin.

franchino ha detto...

Ciao Mat.
Parlando con un tecnico della AIM (da poco hanno lanciato sul mercato un simil Forerunner, il MyTach) ho capito che i gps da polso hanno una buona precisione se in condizioni ideali come hai giustamente detto tu. Quando acquistai il mio FR lo provai subito sul percorso misurato della TurinMarathon al Valentino e spaccava il metro. In montagna solo una volta un problemino, per il resto soddisfatto al 100%.
In maratona credo che sia comunque più logico affidarsi ai cartelli chilometrici.

Micio1970 ha detto...

@Giancarlo: la tua esperienza è una conferma

@albertozan: anche a mio parere non è pericoloso!

@Mauro: non sei l'unico a pensare che "Garmin is better than polar"

Micio1970 ha detto...

@Andrea: concordo pienamente con la tua analisi

@Antherun: vedrai che ti servirà comunque e correndo in spazi misurati potrai anche testarne l'efficienza!

@innolandpuntoit: meglio la campagna ... non solo per il GArmin!

Micio1970 ha detto...

@Karim: dai il natale è vicino ... poi tua moglie legge il blog?

@Pier: bene! vedo che sei di Alessandria ma eri anche tu alla Maratona o alla mezza il 19 Ottobre?

@Michele: il Garmin: un imperfetto ... quasi perfetto!

Micio1970 ha detto...

@Alvin: utilissimo per ripetute e lunghi in libertà

@guernaluigi: sì è vero ma la rotella non la posso usare nei lunghi!

@Ezio: quello che conta non sono tanto i palazzi lunghi ma la "visuale" che ha a disposizione. Se la strada è stretta (come in centro a Firenze) allora la frittata è fatta!

Micio1970 ha detto...

@Dunirunner e Nick12: d'accordo completamente con voi!

Micio1970 ha detto...

@Giulyrun: sì esatto l'errore è dovuto alla quota ma è in difetto e poi è poco significativo (90 metri in una maratona ...) comunque l'incertezza della misura è un problema fisico complesso che va oltre il Garmin ...

Micio1970 ha detto...

@Stefano Grandi: se fai ripetute in campagna il Garmin non sballa praticamente mai e io lo trovo molto comodo perchè ti permette di concentrarti sulla corsa e non sul cronometro o sulle tacche del percorso.

@Franchino: si in maratona (in gara) basta un cronometro!

Pier ha detto...

@Micio: no purtroppo quest'anno niente Marengo causa stiramento al polpaccio 3 settimane prima; ho fatto la mezza nel 2007.
Se vuoi fare il tempo sulla mezza nel 2009, ti consiglio sempre nella mia zona quella di Castellazzo ad inizio novembre; è ancora più veloce della Marengo e molta gente che conosco ha fatto lì il personale.

Micio1970 ha detto...

@Pier: ottima idea la terrò presente del resto io sono di Voghera e quindi è anche vicina!

Diego ha detto...

Quando corro su percorsi misurati,
sbaglia di poco.
Sono contento di questo orologio !

Complimenti per il post !

Furio ha detto...

Le mie poche esperienze sono queste (forerunner 205 con impostata la regolazione meno precisa "intelligente"):
-Maratonina del Vco (3'48"/km) e di Busto Arsizio (3'51"/km) con 100 metri in più (quasi lo 0,5%)
-Maratona di Milano (4'09"/km) con poco meno di 400 metri in più (quasi 1%).

Di certo non ho tenuto, la linea migliore per rispettare metri.

Lo reputo uno strumento molto preciso, tranne per le ripetute in pista; in quel caso per me è molto meglio il cronometro e di fatto uso solo quello.

La precisione sull'altimetro è invece un altra storia.

Micio1970 ha detto...

@Diego: sono d'accordo

@furio: interessanti i tuoi dati e sull'altimetro qual'è la tua esperienza?