martedì 24 febbraio 2009

Equiparando primati ...

In piena settimana di scarico (stamattina ultimo lavoro di qualità 6X1000 RG rec 500 FL) mi piace giocare con i numeri e paragonare i miei primati sulle 4 distanze principali "fondiste" e cioè 5.000, 10.000, 21k, 42k.

I paragoni sono difficili perchè comunque sono fatti in momenti temporali diversi e non sempre con preparazioni finalizzate alla distanza (è il caso per me dei 5.000 corsi sempre mentre preparavo i 10.000). Comunque nello specchietto sotto i miei tempi con alcuni dettagli.


A questo punto mi sono chiesto qual'è, come valore assoluto il tempo migliore ... per fare questo ho provato ad usare i dati dei principali comparatori esistenti in letteratura. Li elenco, mettendo i link, caso mai voleste giocare anche voi ...


Per McMillan la mia prestazione migliore è la ½ maratona a cui equivalgono: 5.000 – 18:29 10.000 – 38’24’’ – maratona 3h 00’ 13’’.


Per il celebre calcolatore di Riegel la mia prestazione migliore è (in volata sulla mezza) quella sui 10.000 a cui equivalgono : 5.000 – 18:27 – ½ maratona 1 h 24’ 47’’ – maratona 2h 56’ 47’’.


Per la tabella Pizzolato (tratta dal suo libro Correre ...) e per la tabella del metodo First (anche in questo caso tratta dal libro omonimo) nettamente la ½ maratona.


Nella classificazione di Albanesi mi posiziono a stento in categoria 6 ma anche qui si evince che la mezza è il mio PB migliore.


Interessante è il test dei 7' di Albanesi che paragona il risultato dei 10.000 con i metri percorsi in 7' per capire se si è atleti anaerobici o aerobici. Io sono perfettamente allineato ma la distanza percorsa in 7' (1950 metri) è troppo vecchia per essere paragonata al recente 10.000.


Sono rimasto sorpreso dal mio disallineamento sui tempi della maratona: con il mio tempo sulla mezza si danno tempi tra i 3h02 e 2h57 ...


Il fatto di tentare (domenica) di abbattere il mio record migliore e più vecchio ... un po' mi stupisce e un po' mi intimorisce ... ma a tutto credo ci sia la spiegazione e cioè:


1) sui 10.000 non ho mai fatto gare ma solo test in pista


2) i 5.000 non li ho mai ottimizzati di fatto


3) sulla maratona forse ce ne vuole qualcuna in più di due per allinearsi ....


Sono stato troppo buono sotto l'influsso delle endorfine mattutine? lascio a voi la risposta e il giochino della comparazione se lo volete fare sui vostri record ... ben lungi però dal volervi incatenare!

16 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Per allinearti in maratona qualcuna in + e qualche allenamento settimanale in +.

I miei top sono solo un minimo migliori 18.35 38.02 1h 25.02 2 59.39
Ma l'anello debole è senza dubbio la mezza dove valevo 1h e 23 alto e addirittura non son mai riuscito a fare 1h e 24 mentre sui 10km è vero che ho una prestazione poco migliore su 9850 ma alla fine ho fatto sempre quel tempo... è sulla maratona che ho fatto il miracolo

antherun ha detto...

Beh in parte Micio la risposta l'hai data tu stesso: 5 e 10 non li hai mai ottimizzati e in maratona ci sono tante variabili in gioco (ne hai fatte due, ma la prima era la prima in assoluto e la seconda a poco più di un mese, quindi in sostanza stessa preparazione). Ora vedi il tuo valore nella mezza (attuale) e poi potrai essere più preciso nel preparare la prossima 42 a ritmi allineati. Secondo me all'inizio, quando non ci corre da molto (come me e te) è difficile compaare i risultati, anche perchè i PB si evolvono in fretta...c'è bisogno di un po' di tempo affinchè restino stabili per un lasso maggiore di tempo.

Micio1970 ha detto...

@Giancarlo: mi sembra però che tu sia molto allineato. Sì forse un minuto nella mezza ma in fondo credo che la mezza sia la gara che sia più adatta (per km fatti) ad essere ottimizzata da noi amatori.

Quanto agli allenamenti in più credo che più di 4 a settimana non riesco ... quindi il PB in maratona lo farò così magari rinunciando alle 3 ore anche se mi avvicinerò probabilmente un pochino

@Andrea: sì ... speriamo di non aver ancora raggiunto il culmine della curva ...

orlando ha detto...

Ho inserito i tuoi primati nella scheda tecnica sulla quale mi baso per analizzare il livello di rendimento di un corridore ed evolvere di conseguenza il piano di allenamento.
Mi dispiace che tu non si visualizzi negli schemi corretti quanto ne emerge dal punto di vista grafico.

COEFFICIENTE DI RENDIMENTO ASSOLUTO

5.000 10.000 21 km 42 km
18.43 0:38.26 1:25.27 3:08.13
67,41 68,41 68,56 66,37

Da questo schema puoi vedere che il tuo miglior CR lo esprimi sulla distanza della mezza maratona, ma anche sui 10km hai un rendimento analogo. Dove cali di più è in maratona.
Tuttavia, da questi dati si nota che sei un buon agonista, in grado di esprimere bene il tuo potenziale

INDICE DI RESISTENZA

5.000 10.000 21 km 42 km
18.43 0:38.26 1:25.27 3:08.13
0,59 1,67 3,62 9,28

L’indice di resistenza evidenzia, in proporzione, un maggior calo di rendimento proprio in maratona, mentre sulle altre distanze la tenuta è buona.

Mi dispiace non poterti dare maggiori dettagli. Della rete non mi fido più: ci sono molti opportunisti, e quindi preferisco tenere proprio il mio lavoro.

Micio1970 ha detto...

@Orlando (Pizzolato): grazie mille del tuo intevento! In effetti tutto posso negare ma non di essere un'agonista ... quanto alla maratona ci dovrò lavorare un po' ... ma questo dopo il ciclo di mezze che sto incominciando!

Lucky73 ha detto...

Con il metodo Lucky posso dirti questo :

se fai ora un 5.000 o un 10.000 su strada ti migliori forse anche di 30 secondi

se ti alleni bene sul lungo sei vicinissimo alle 3 ore

di conseguenza secondo i miei conti domenica farai un tempo tra 1.23.00 e 1.24.00 (lasciami questi 60 secondi di ballo)

ci sentiamo domenica sera :-)

Mathias ha detto...

certo che è stuzzicante l'argomento..dopo la maratona rispolvero il post.. voglio provarlo anche io!

Michele ha detto...

Micio: tu non stai bene :)

albertozan ha detto...

Anch'io sulla 42k crollo miseramente rispetto agli altri primati, ma l'ho sempre saputo di essere un atleta anaerobico (il test dei 7' poi me l'ha confermato in pieno..)... Ciò che è molto importante è proprio l'indice di resistenza...puoi allenarti anche alla perfezione per la maratona, ma non è detto che si raggiunga il valore equiparato...Ma intanto noi proviamoci!

Micio1970 ha detto...

@lucky73: sempre molto ottimista luciano ... ma l'ottimismo è il sale della vita! Grazie ...

@mathias: ritorna dopo ;-)

@michele: concordo ;-)

@Albertozan: provarci ... sempre!

Anonimo ha detto...

per me è arbitrario fare comparazioni assolute, nel senso che tutto è relativo al valore assoluto dell'atleta e alla sua "tipologia" (veloce/resistente). atleti perfettamente e massicciamente allenati (non necessariamente di alto livello) hanno mediamente scarti di 7, 10, 10", dai 5000 alla maratona. ora, soprattutto per avere uno scarto "perfetto" dalla mezza alla mara, bisogna fare tanti km e tanti lunghissimi. nelle mie statistiche fatte sulle maratone autunnali di 45 bloggers è venuto fuori che solo 3 hanno tenuto uno scarto fra 10 e 12": rigo, yervs e diego, atleti di vario livello assoluto e di diversa concezione di allenamento ma con un unico punto in comune: fanno molti lunghissimi!
è chiaro che il tuo risultato più "scarso" è la maratona, gli altri sono perfettamente allineati (già calcolo la mezza in 1h23'59) e comunque presto migliorabili in gare vere (i 5 e i 10km). luciano er califfo.

Micio1970 ha detto...

@luciano: sulla mara hai ragione ... punterò quando la preparerò ancora a fare almeno 6/7 lunghissimi (> 30 km) nei 4/5 mesi precedenti. Considerato che il numero massimo di allenamenti settimanali che posso fare è 4 mi accontenterei di un differenziale di 15'' tra mezza e mara!

Anonimo ha detto...

micio, significherebbe scendere abbondantemente sotto le 3h!
AVVISO TUTTI che questa scoperta l'ho registrata come copyright, se qualcuno me la frega lo distruggo:
a parte 2 eccezioni (dai 400 agli 800 e dai 5000 ai 10000), analizzando i record dai 200 alla maratona, AL RADDOPPIARE DELLA DISTANZA LA VELOCITA' DIMINUISCE DI 10"/KM!!! è da premio nobel, possibile non se ne sia accorto nessuno? luciano er califfo.

Micio1970 ha detto...

@luciano: grande deduzione: non l'ho letta da nessuna parte ancora. Testimonio per l'ufficio brevetti e copyright!

Per la mara sotto le 3h00min sarà comunque dura ma ci proverò sicuramente con la strategia che tu mia hai saggiamente indicato!

Giulyrun ha detto...

Come ho già scritto in un mio post, la corsa è fatta di numeri, certi ed assoluti. Ma però non fanno "matematica". Predominante, secondo me, le caratteristiche di ognuno sia fisiche sia di impegno mentale. Chi predilige le brevi chi le lunghe. Ottimi i dati di Orlando che ti servono a capire dove sei e dove stai andando. Però non è detto che, se la tua miglior prestazione è sulla mezza, sia la corsa che prediligi in assoluto. 5000 e 10000, una categora, la mezza un'altra categoria, la maratona ancora un'altra.

Micio1970 ha detto...

@giulyrun: parole sante: di fatto sono 3 categorie differenti!