giovedì 20 settembre 2007

L'ultima corsa ...

L'avevo incrociato per l'ultima volta correndo qualche giorno fa.

Io alla fine di un solitario fondo progressivo tirato, lui con l'andatura da neofita jogger che trotterellava insieme a due amici.
Ci eravamo salutati da "runner"con quel cenno di capo di intesa che vale più di cento ciao.

Mi piaceva e mi piace pensare che la "passione" per la corsa gliela avessi instillata io durante la recente vacanza estiva in montagna con le rispettive famiglie. Sì forse le mie "pazze"uscite all'alba avevano generato qualcos'altro oltre il mio splendido stato di forma estivo.

Da ieri sera non è più tra noi, sradicato dall'affetto della sua amata moglie e dalla sua picolissima figlia da un malefico incidente in tangenziale a Milano, che solo il chiarore dell'alba chiarirà inutilmente le sue dinamiche assassine.

Non riesco neppure a piangere e a sciogliere nelle lacrime il mio dolore fortissimo.

Stefano, ti voglio ricordare come quell'ultima volta, con la maglietta e i pantaloncini da corsa mentre prosegui per uno degli infiniti possibili mondi la tua corsa eterna.



2 commenti:

Master Runners ha detto...

In questi casi una parola è poco e due sono troppe.
Ciao Stè.

uscuru ha detto...

mi associo anke io ! non si puo' non essere "toccati" da questa storia
purtroppo il nostro destino e' stato gia' scritto
e stefano non avrebbe potuto cambiarlo.
scusate se mi sono intromesso ma anke non conoscendolo di persona lo saluto anke io....
ola ola ste'