martedì 14 ottobre 2008

Qualche numero per finire ... o per cominciare!

Con il progressivo lento di oggi (2km risc lenti+ 10 km in progressione da 4'48'' a 4'21'' lasciando comandare alle gambe ... + 1 km di defaticamento) si è di fatto conclusa la mia preparazione per la mia prima maratona di Domenica. Giovedì sera farò 30' di fondo lento con qualche allungo ma sarà solo accademia ...


Giocando con i numeri scopro che in

19 settimane (non contando questa della maratona)
mi sono allenato 76 giorni (media esatta di 4 allenamenti a settimana ... )
ho percorso 1329 km con una media di 17,50 km ad allenamento
mi sono allenato con 4 paia di scarpe differenti.
55 dei 76 (72%)allenamenti li ho iniziati alle 5.30 del mattino a digiuno
149 km dei 1329 (11%) km totali sono stati di riscaldamento

Giocando con le sensazioni scopro che

mi sono divertito tantissimo nel prepararmi ...
ho imparato tantissimo dalla preparazione e dalla lettura e dagli scambi con tutti voi ... amici blog-runner ...
ho imparato a conoscere meglio il mio corpo e la mia mente ...

Con questo non voglio dire che comunque vada domenica sarà un successo ...
cercherò di lottare fino alla morte ... o quasi
ma comunque il bilancio è positivo!

Per obiettivi e propositi per domenica ... rimando tutto ad post dopo l'ultima rifinitura di Giovedì, durante la quale nelle precedenti mezze-maratona ho avuto intuizioni positive.

13 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Fosse stata una preparazione all'acqua di rose come quelle delle mie prime maratone...essere finisher era già un successo. Tu però, hai bruciato le tappe, hai studiato, hai sudato...in altre parole hai alzato la posta e ora ci devi fare i conti...ma quasto "conoscendoti" non ti dovrebbe spavenatare.

Michele ha detto...

Cavoli stai dando i numeri occhio :)
vedrai che fai benissimo
divertiti

albertozan ha detto...

Aspetto il post "definitivo" prima di sbilanciarmi....;-)

Furio ha detto...

La tua forma è ottima da parecchio, ma io non mi sbilancerò comunque; sarà la nostra prima maratona e troppa pressione potrebbe giocarci un brutto scherzo... anche se non sei il tipo da farsi condizionare ;-)
Penso che sarà comunque un successo, al di la del tempo finale, se correrai bene senza saltare (vale lo stesso anche per me).
Ti saluterò nel prossimo post ;-)

MauroB2R ha detto...

ciao micio.
è la prima volta che leggo e commento il tuo blog, ci sono arrivato grazie a lucky....
in bocca al lupo per domenica.
tienici aggiornati

Micio1970 ha detto...

@GianCarlo: speriamo di non aver alzato troppo la posta ...

@michele: speriamo!

@Albertozan: forse sarebbe meglio sbilanciarsi dopo la maratona ...

@furio: caro runner-amico omologo ... scrivi parole sante!

@mauro: crepi ... il lupastro ...

Anonimo ha detto...

Ciao sono Daniele in bocca al lupo per la tua prima maratona.
Io Farò a Venezia la mia seconda maratona.Ho visto dal tuo blog che abbiamo gli stessi tempi anche se tu sei molto più organizzato e preciso. Al riguardo volevo un tuo consiglio sulle scarpe da gara.
Io ho deciso di correre la maratona con le have precision 8 della Mizuno gr 300 (mi trovo bene con le mizuno avendo la pianta larga) in quanto si collocano come leggerezza tra le A2 e le A3.
Ho sempre creduto, dalle informazioni che avevo, che correre con scarpe troppo leggere e poco amortizzate (A2)in maratona si può pagare muscolarmente nel finale. Un articolo sulla rivista correre di Ottobre mi ha reso dubbioso. Infatti sostengono che con scarpe più leggere (dai 215 ai 260 grammi) si possa guadagnare dai 42" a 1'24" in maratona.
Cosa pensi?
Ciao Daniele

Micio1970 ha detto...

@Daniele: sicuramente il peso della scarpa ha la sua importanza.
Qui (http://www.albanesi.it/Corsa/consumi.htm) Albanesi a mio parere giustamente sostiene che 100gr in meno di scarpa equivalgono a 500gr di peso in meno nel corpo e se consideri che 1 kg in meno equivale a circa 3 sec in meno ecco che quello che scrive correre è corretto.

Valuta anche il fatto che una scarpa "scarica" cioè non elastica (dopo 400-500 km) fa perdere anche forse di più in termini cronometrici. Su questo posso confermare per esperienza diretta.

Quanto hai problemi muscolari di una A2 in Maratona ... non ho esperienza. La logica chiaramente mi porta a considerare che più la scarpa è ammortizzata (entro certi limiti ...) e meglio è muscolarmente per la Maratona. Per questo io, per la prima, non mi sono posto il problema e userò le Saucony Progrid Ride, A3 da 325 gr.

Lucky73 ha detto...

Appunto l'importante è divertirsi e domenica puoi anche dimenticarti del crono: corri e divertiti.
Poi se viene fuori il tempo tanto meglio.
Quindi :

B U O N
D I V E R T I M E N T O

per la tua gara!
Ciao!

Mic ha detto...

Micio, pensa se poi i tuoi numeri escono al lotto?!!!..che fenomeno saresti! Riguardo la tua preparazione posso dirti che: ... è già un fatto positivo che tu l'abbia svolta senza problemi; preparare una maratona non è uno scherzo e parecchi atleti si rompono già in fase di preparazione, quindi tu hai per lo meno una discreta efficienza fisica.
Positivo il fatto che tu ti sia divertito, mentre mi ricordo che io nella preparazione di quella che resta la mia prima ed unica maratona, ho accusato molto la stanchezza mentale nel finale della preparazione e ad un certo punto non vedevo l'ora che arrivasse la gara.
Non mi resta che farti un grosso in bocca al lupo e giocarmi i tuoi numeri al lotto. Se poi ti arriva una cartolina in bianco, spedita da Tziwuataneo, sai che ho vinto. :-)

unoazero2000 ha detto...

Alla grande micio!! Numeri da corridore sotto le tre ore son quelli che ho letto. Se tutto funziona ti toglierai una bellissima soddisfazione. Io domani parto per la 'mia' Amsterdam. Ci sentiamo/scriviamo al ritorno, ora solo: in bocca al lupo!!! Sempre alla grande, ciao!

Luigi ha detto...

In bocca al lupo Micio.

Micio1970 ha detto...

@lucky73 e Luigi: grazie ... speriamo in bene

@mic: aspetto la cartolina ...

@unoazero2000: correre sotto le 3 ore sarà un obiettivo a medio periodo. Impossibile per me alla prima ma credo anche alla seconda ...