giovedì 4 ottobre 2007

Fondo lento e ripetute: fatiche a confronto

Per un non-runner inteso in Albanesi-style può essere strano ed addiruttura non credibile sostenere che un programma di ripetute 10 X 500 metri con recupero 1' 30'' da fermo possa essere molto più faticoso e psicologicamente difficile da sostenere rispetto ad un allenamento di fondo lento fino almeno ai 20 km. A mio parere lo è senza dubbio.

Ieri sera, seguendo il programma di ottimizzazione dei 10.000, ho effettuato il programma di ripetute citato sopra ad un ritmo di 20''inferiore al ritmo programmato ambiziosamente per 10.000 cioè 4' 00'' al km. Così mi sono "bevuto" 10 tranches da 500 metri ad 1'50''. Le ultime due sono state veramente dure ... erano mesi che non faticavo così ma le ho concluse rigorosomente ad 1' 50'' ciascuna. Per la verità il programma prevedeva un 10 X 400 ma con il mio Garmin 101 molto ballerino nelle rilevazioni metriche ho preferito appoggiarmi anche ai riferimenti spaziali noti che sono posizionati ogni 500 metri.

Che ne pensate della percezione delle due tipologie di fatica? Siete d'accordo anche voi con il sottoscritto e il più autorevole Albanesi?

5 commenti:

Furio ha detto...

Ciao, trovo anche io particolarmente duri questi programmi, non seguirli scrupolosamente forse è l cosa migliore(ho fatto spesso il contrario), non essendo ottimizzati per il singolo. Personalmente ho seguito (molto scrupolosamente) quello per fare la mezza maratona(Albanesi) e alla Stramilano feci il personale.
Soprattutto sulle ripetute, se uno non è abituato a farle spesso, andrebbero un po' diluite nel numero di ripetizioni e nei tempi di esecuzione(e recuperi), aumentandole gradualmente.
Fondamentale a mio avviso è il test sui 10k che vuoi fare; ti permetterà di ottimizzare l'allenamento e non affaticarti oltre il dovuto.
Riguardo ad Albanesi penso questo: riporta sul suo sito commerciale allenamenti come tanti altri, trovo il suo sito molto interessante e completo, ma la pratica di tutti i giorni ed il buon senso valgono più di mille tabelle.
Complimenti Micio, continua così con tanta tenacia e passione ;)

Master Runners ha detto...

Anch'io, giusto 2 giorni fa, ho fatto 8x400 e devo dire che sono pesanti.
Ma allo stesso modo sono pesanti un pò tutte le ripetute, dai 400 ai 4x1000 o 6x2000......
Io ad esempio sopporto meglio gli allenamenti sulla lunga distanza che quelli sulla breve distanza, comunque tutto dipende, come dice Furio, da ognuno di noi.
Fortunatamente, siamo tutti diversi, la cosa più importante è imparare a conoscersi.

SHARK ha detto...

Ciao, io sono Triathleta da un annetto circa, avendo accorpato le mie varie passioni per running e nuoto e avendo scoperto con enorme sorpresa la bici..
Tuttavia nn ho mai seriamente preso in considerazione di allenarmi con dei programmi di ripetute sul running forse xkè reputavo i giorni dedicati all'allenamento podistico, quelli per rifiatare, ma ora ritengo di dover necessariamente acquisire velocità in questo.
Diciamo ke vado ad un'andatura di 5 min al km mediamente (sui 10/15km) e devo necessariamente arrivare ai 3,5min al km (alla mia portata).
Oggi esco dalla mia Off Season durata 5 settimane e da domani si comincia a lavorare duro..
Voi da esperti runners come consigliate di allenarmi per l'inverno?
Esco per correre 2 volte a settimana..

Micio1970 ha detto...

@shark: non mi è facile darti un consiglio ... soprattutto perchè gli allenamenti di un triatleta sono un complesso di variabili dovuti a sport differenti che si devono integrare il più armonicamente possibile. Certo che per arrivare a 3,5 km su distanze di 10/15 km le ripetute servono se non altro per migliorare la tua soglia anaerobica ... che è il punto fondamentale a mio giudizio

Anonimo ha detto...

Proverò ad alternare un giorno di ripetute 5+5 alternando le medie di 5,00 e 4,30 min/km, ad un altro di FL a 5,00 per 15 km..
Recupererò nei 60 km di bici del giorno dopo, oppure taglio la partita a calcetto con gli amici del mercoledì, ma poi divento un vero eremita asociale... purtroppo mi alleno da solo...