lunedì 22 ottobre 2007

Mezza maratona di Voghera con personale ...

Ieri sono risucito a svolgere il test previsto sulla mezza maratona con ritmo 10.000 + 20''.
Partenza ore 11.00, clima ottimale (7-8°), colazione leggera con barretta Jordan e uva, sensazioni pre-partenza buone, riscaldamento di circa 18' percorrendo quasi 3 km con 6 allunghi di 80-100 metri.

Come definito sono partito con l'intenzione di vedere quanto riuscivo a tenere il ritmo di circa 4'20'' al km. Le gambe giravano e il fiato pure così mi sono trovato al 16° km praticamente in tabella di marcia e chiudere la mezza non è stato faticoso.

Tempo finale 1h 32' 32'' con un ritmo al km di 4'23'', talmente vicino al target di 4' 20'' da poter considerare la prova superata e di poter iniziare il 10.000 test tra 15 gg con l'obiettivo 40' cioè 4' 00''.

Il tempo è diventato anche il mio nuovo personale sulla mezza abbattendo di 3 minuti e 5 secondi il vecchio primato dell'agosto scorso.

Ovvio dire che sono contento della prova anche se per ottimizzare il mio tempo sulla mezza occorre una preparazione specifica (non questa che è per i 10.000) e qualche km più sulle gambe. Il ritmo tenuto è stato abbastanza regolare se consideriamo le 5 frazioni di 4 km: 17:16, 17:31, 17:30, 17:30, 17:32. Non potevo pretendere di più.

Nota per i prossimi test oltre i 15km: ho sofferto la sete e un po' anche la fame: forse l'acquisto di una cintura con spazio per una borraccetta e qualche barretta potrebbe essere utile. Una mezza tirata senza rifornimenti è sbagliato cosa ne pensate? qual'è la vostra esperienza?

5 commenti:

luciano ha detto...

La dottrina ritiene che il cibo inserito durante una mezza:
a) non farebbe a tempo a darti benefici
b) richiamerebbe sangue prezioso allo stomaco rallentandoti ulteriormente.

Per l'acqua direi che puoi approfittare di quella ai ristori senza portarti dietro extra peso.

E complimenti per il personale, sono sempre soddisfazioni.

Furio ha detto...

X il cibo quoto al 100% Luciano.

Complimenti invece per la forma ed il personale :)

Mi permetto di darti un parere: Attento a non caricarti molto di lavori, quel programma è molto duro, ascoltati e se ti dovessi sentire stanco piuttosto togli un lento e riposati o fallo più piano..
Continua così, sei molto determinato, stai andando davvero forte!

Micio1970 ha detto...

@Luciano: grazie del consiglio sul cibo in effetti pensavo anche io che sulla mezza è inutile. Quanto all'acqua il problema nasce dal fatto che questi test li faccio da solo non in competizioni (per ora vista la scarsità di tempo da dedicare la domenica alla corsa) e quindi l'unica via è portarsi il rifornimento anche se non è ergonomico ...

@Furio: è vero è pesante ma tieni conto che io faccio di quel programma solo gli allenamenti in neretto (quelli che Albanesi considera indispensabili), cioè mi alleno solo 3 volte a settimana salvo qualche rara quarta seduta

luciano ha detto...

Scusa, non avevo colto che ti riferivi ai test e non alle gare.
Per l'acqua ci sono varie scuole di pensiero:
- portarsi appresso la borraccia. Per me le migliori ergonomicamente sono quelle della amphipod. Specie quella sottile che metti di traverso dietro.
Ma in genere vale per il lunghi "lunghi"
- scegliere il percorso in base alla presenza di fontanelle
- nascondere della borracce in punti strategici prima di partire

Andrea ha detto...

Complimenti per il tuo risultato.

Sono completamente d'accordo con Luciano e Furio.

Personalmente, nelle mezze maratone, comincio sempre a sentire un languorino dopo il 15° km.

In gara, bevo a tutti i ristori e, se c'è qualcosa da mangiare, assaggio qualcosina negli ultimi km - ma senza esagerare.

A fine gara, invece, do l'assalto a tutta la roba mangereccia, dimostrando, almeno in quel caso, di essere un vero campione ;-)