venerdì 4 gennaio 2008

Grazie Babbo Natale ... e non solo ...

Grazie a Babbo Natale ... che prodigo continua a far scendere soffice neve ...

Grazie soprattutto agli stimoli di Furio e Giulyrun (vedi commenti del precedente post) ...
Stamattina sveglia alle 6:45, abbigliamento classico invernale ... e via di corsa.
Temperatura vicina allo 0°, nevicata fitta e soffice, atmosfera surreale e ovattata.

Sono partito timoroso ... quasi in punta di piedi ma le mie ormai vecchie Asics Stratus hanno fatto il loro "sporco dovere", meglio (ultimamente) del comportamento sull'asfalto.
La falcata sulla neve sofficce (si alternavano pezzi di 3/4 cm intonsa a pezzi con superficie compressa e dura) è veramente strana ... differente rispetto allo sterrato e alla sabbia. Mi ricorda le sensazioni provate in quell'ora di tennis giocata al Wimbledon Club (non per meriti tennistici ma per pura fortuna e "faccia tosta") sull'erba naturale.

Ne è uscito un allenamento misto 3 km di fondo lento (4'50'' a km) + 8 km di fondo medio (4' 20'' a km) e poi 15 minuti di stretching e rafforzamento muscolare al coperto sotto un portichetto ad osservare la nevicata.

Sono felice come il pupazzo di neve (vedi foto) fatto stasera con il mio topo maggiore nel giardino dei nonni ...

4 commenti:

Furio ha detto...

Sono contento che ti sia piaciuto correre sulla neve; invece per me oggi è stata una vera faticaccia, ce ne erano più di 20 cm, correre era faticosissimo e difficile anche con le nuove sparpette...il progressivo in programma l'ho fatto a sensazione,non ho mai fatto tanta fatica per correre così piano!
Povere gambe,piangevano :)

Giulyrun ha detto...

Giovedì sera corsa sotto una nevicata copiosa (ma pochi cm per terra) bellissima senzazione e grande autostima.

Mathias ha detto...

voglio la neve ad algherooooooooo :rodo di invidia!!.. voglio allenarmi sotto la coltre bianca anche io e tornare a casa e mangiare polenta e carne coi funghi!! :)

miciio ha detto...

Abbiamo, praticamente, lo stesso nomignolo, fortuna che il tuo è accompagnato da una data se no mi sarebbe venuta qualche crisi d'identità. Comunque t'invidio per la possibilità di correre in mezzo alla neve, cosa che mi manca da quando abito vicino a Roma